Elettroencefalografia

EEG basale e/o da privazione di sonno

L’elettroencefalogramma (EEG) è la registrazione dell’attività elettrica cerebrale, ottenuta con elettrodi di superficie, posti a diretto contatto con lo scalpo.

Gli elettrodi misurano le continue variazioni dell'attività elettrica cerebrale (nell'ordine di microvolt) e le amplificano in tempo reale consentendoci, attraverso l'elettroencefalografo, di visualizzarle sullo schermo.

Le registrazioni standard durano circa 20 minuti (in casi particolari fino a 24 ore) e possono includere la contemporanea registrazione del segnale video, ottenendo così la metodica detta "Video-EEG".

Di prassi gli elettrodi sono montati secondo uno schema fisso (sistema 10 - 20). Registrando contemporaneamente l'intero scalpo è possibile, in caso di attività elettrica cerebrale anomala, localizzarla e monitorarla con estrema precisione. L'esame può anche essere ripetuto nel corso del tempo poiché l'EEG non è né dannoso né invasivo.

L’elettroencefalogramma (EEG) può essere eseguito per:

- diagnosi di epilessia;

- identificazione di tumore cerebrale, infiammazione, infezione (quali encefalite o meningite), sanguinamenti, ferite al capo o patologie cerebrali;

- indagare un episodio di perdita della coscienza o di amnesia (dal declino cognitivo lieve sino alla demenza);

- confermare o escludere la morte cerebrale;

- studiare i disturbi del sonno come la narcolessia o le parasonnie tipo il sonnanbulismo.

Emicrania resistente al trattamento, più giorni al mese senza dolore con galcanezumab

Nei pazienti con emicrania resistente al trattamento che avevano anche altri disturbi del dolore, l’anticorpo monoclonale …

Ictus, trombolisi efficace fino a 9 ore dopo l’esordio nei pazienti con evidenza di penombra ischemica

Un gruppo internazionale di ricercatori ha scoperto dagli studi EXTEND ed EPITHET – i cui risultati cono stati pubblicati …

Cosa succede alle persone colpite da ictus o da altre malattie neurologiche durante questa nuova fase di emergenza Covid-19?

Una corsa contro il tempo per aumentare, ancora una volta, la disponibilità dei posti letto per le persone colpite da infezione …